Elhanan Bar-On

Il Professor Elhanan Bar-On e’ un chirurgo ortopedico ed e’ il Direttore del Centro Israeliano di Medicina delle catastrofi e di Medicina umanitaria al Centro Medico Sheba. Ha partecipato a molte missioni in zone disastrate incluse le zone terremotate in Turchia, India, Haiti, Nepal e quelle colpite dal tifone Hayan nelle Filippine, dall’epidemia di colera in Zambia, dall’eruzione del vulcano in Guatemala, dal ciclone Idai in Mozambico e dal COVID-19 in Italia. Lavora ed insegna in tutto il mondo in zone dove sono poco presenti presidi sanitari. Partecipa attivamente alle iniziative delle equipes di emergenza sanitaria di WHO.E’autore di molte pubblicazioni sull’ortopedia e sulla traumatologia così come sulle terapie e l’organizzazione negli ospedali da campo a seguito di catastrofi.

Edoardo Camurri

Edoardo Camurri (Torino, 1974) è uno scrittore, giornalista, conduttore televisivo e conduttore radiofonico italiano. Laureato in filosofia, scrive per il Foglio, Vanity Fair e il supplemento domenicale del Sole 24 Ore. Ha condotto diverse trasmissioni su RAI Radio 3 Tabloid, Radio 3 Mondo, Prima Pagina, dal 2010, Pagina 3 e dal 2017 Tutta l’Umanità ne parlacon Pietro Del Soldà. In televisione ha condotto Omnibus Estate e Omnibus Weekend (2005-2006) su La7, canale per il quale ha anche firmato come autore diversi programmi tra cui Le vite degli altri, Istantanea e La Gaia Scienza.
Per la RAI ha condottosu Rai 3 Mi manda Raitre (2011), Viaggio nell’Italia che cambia (2013-2014), il talent show PiTeco su Rai Storia (2014-2015) e dal 2015 la rubrica Viaggio nell’Italia del Giro prodotta da Rai Cultura. Su RAI 5 ha condotto I grandi della letteratura italiana (2015-2018), su RAI 3 ROAR (2016) dedicato alla Mostra del Cinema di Venezia e Provincia Capitale, prodotto da Rai Cultura. Dal 2019, su Rai 5, conduce Punto di Svolta, trasmissione dedicata ai grandi nomi della letteratura mondiale.
Nel 2020 ha condotto su Rai 3, il programma #maestri firmato da Rai Cultura in collaborazione con il MIUR che rientrava nell’offerta didattica multimediale de La scuola non si ferma.

Loretta Cavaricci

Loretta Cavaricci (Roma, 1972) giornalista professionista, diplomata in Giornalismo medico-scientifico all’Università Tor Vergata di Roma. Inizia a lavorare a 19 anni nello staff del giornalista Mino Damato per i suoi programmi televisivi, partecipando alla scrittura dei testi. Dal 1996, e per oltre 22 anni, lavora nella redazione del Tg2 della Rai, per le redazioni di medicina, cronaca, costume e società, cultura e spettacoli e al desk per il coordinamento della messa in onda del Telegiornale. Attualmente fa parte della redazione cultura del canale RaiNews24. Ha scritto due libri su Napoli, “(S)casualmente” e “A Napoli con Totò, dalla Sanità alla luna”. Ha portato in scena il reading teatrale “Cartuscelle”, dedicato a Titina De Filippo, poetessa e pittrice. Ha promosso e organizzato una notte bianca per Primo Levi al Teatro Flaiano di Roma, per i 100 anni dalla nascita, con lettura in scena aperta al pubblico del libro ‘Se questo è un uomo’.

Massimo Claudio Comparini

Deputy CEO, Senior Executive Vice President Osservazione, Esplorazione e Navigazione di Thales Alenia Space e Amministratore Delegato di Thales Alenia Space Italia. Precedentemente Amministratore Delegato di eGeos e Direttore della Linea di Business Geoinformazione di Telespazio, ha una comprovata esperienza nell’industria dello spazio, dalla tecnologia ai servizi, e nel campo dell’osservazione. Laureato in Ingegneria elettronica, telerilevamento, sistemi radar presso la Sapienza di Roma e in strategia presso la Graduate School of Business, Stanford University (USA), ha cominciato la sua carriera nel 1983 nell’allora Selenia Spazio (poi divenuta Alenia Spazio), ricoprendo varie posizioni manageriali, fino a quella di Chief Technical Officer (CTO). Nel 2013 è stato nominato CTO di Telespazio, joint venture tra Leonardo (67%) e Thales (33%). Nel 2016 è nominato Amministratore Delegato di eGeos, società di ASI (20%) e Telespazio (80%), leader internazionale nel campo dell’Osservazione della Terra e dell’Informazione Geospaziale, e Presidente di GAF e di EarthLab Lussemburgo. Fa parte del comitato consultivo tecnico-scientifico del Centro di Ricerca, Sviluppo e Studi Superiori in Sardegna (CSR4).

Gioacchino Criaco

Gioacchino Criaco è nato ad Africo (RC) Ha esordito nel 2008 con il romanzo Anime nere, da cui è stato tratto il film omonimo diretto da Francesco Munzi, vincitore di nove David di Donatello, di tre Nastri d’argento e del premio Sergio Amidei. Ha in seguito pubblicato i romanzi Zefira (2009), American Taste (2011) e, per Feltrinelli, Il saltozoppo (2015) e La maligredi (2018).

Alessandro d'Alatri

Nasce a Roma il 24/2/1955. Inizia la sua attivita’ nello spettacolo all’eta’ di otto anni recitando in teatro, cinema e televisione con Visconti, Strehler, De Sica, Pietrangeli, Zurlini, Bolchi e altri prestigiosi autori. Il suo impegno dietro la macchina da presa comincia in pubblicita’ verso la fine degli anni settanta, dapprima come assistente alle scene e costumi, per poi divenire aiuto di alcuni tra i piu’ importanti registi pubblicitari nazionali ed internazionali: Giulio Paradisi, Enrico Sannia, Alfredo Angeli, Rick Levine, Bruce Dowad, Dick McNeil… Prima di passare alla regia pubblicitaria matura per un anno l’esperienza di producer per poi esordire nel 1984. Da allora fino ad oggi gira centinaia di spot per prestigiosi marchi. Molti dei quali lo portano ad ottenere i piu’ grandi riconoscimenti dell’advertising internazionale (Cannes, New York Film Festival, London Film Festival, Clio, Moebius, Epica, ecc…) e altrettanti riconoscimenti nazionali (Anipa, Art Directors Club, SpotItalia, ecc…).

Simonetta Della Seta

Direttore dal 2016 al 2020 del MEIS-Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, che è stato inaugurato sotto la sua  guida, Simonetta Della Seta è membro della delegazione italiana nell’IHRA (International Holocaust Remembrance Alliance), dove è attiva tra gli esperti di memoriali e musei della Shoah,  e collabora assiduamente con lo Yad Vashem di Gerusalemme. Studiosa di storia del Popolo Ebraico, di Israele e del Medio Oriente e giornalista professionista dal medio oriente per diverse testate italiane, Della Seta ha diretto l’Istituto Italiano di Cultura in Israele dal 2005 al 2009, ricoprendo fino al 2015 l’incarico di Consigliere dell’Ambasciatore d’Italia in Israele. Nel 2007 è stata insignita dal Presidente Giorgio Napolitano con l’onorificenza di Commendatore dell’Ordine della Stella d’Italia. Nel 2019 ha ricevuto l’onorificenza di Ufficiale al merito della Repubblica Italiana dal Presidente Sergio Mattarella. 

Serena Di Nepi

Nel 2003 si è laureata in Lettere all’Università di Roma “La Sapienza”, discutendo una tesi in Antichità e istituzioni medievali dal titolo “Alle soglie del ghetto: ebrei ed istituzioni ebraiche attraverso i registri dei Notai Ebrei (1550-1556)”. Serena Di Nepi svolge attività di ricerca in Storia moderna presso la Sapienza – Università di Roma e ha tra i suoi interessi di studio la storia sociale e culturale delle minoranze a Roma. Fra le sue pubblicazioni, il volume Testa e cuore. La collezione di Gianfranco Moscati. Storia e storie degli ebrei italiani narrate da oggetti di arte cerimoniale, documenti rari e libri preziosi (Ferrara 2013). I suoi interessi sono centrati sulla storia sociale e sulla storia delle mentalità, con analisi specifiche delle minoranze religiose a Roma in età tardomedievale e moderna.

Riccardo Di Segni

Riccardo Shemuel Di Segni (Roma, 1949) è un medico e rabbino italiano, dal 2001 rabbino capo della Comunità ebraica di Roma. È laureato in medicina e chirurgia. Ha continuato ad esercitare anche la sua professione di medico fino al 2014, come direttore di dipartimento di diagnostica per immagini (radiologia) all’ospedale San Giovanni di Roma. Ha conseguito il titolo di rabbino presso il Collegio Rabbinico Italiano nel 1973 e come rabbino capo di Roma occupa la cattedra rabbinica più importante in Italia. Membro del Consiglio direttivo dell’Assemblea dei Rabbini d’Italia dal 1999 al 2007 e Vicepresidente della Conferenza Rabbinica Europea, dal 2010. Direttore del Collegio Rabbinico Italiano, dal 1999.

Mauro Donzelli

Giornalista e critico, dopo molti anni come caporedattore e conduttore del canale televisivo Coming Soon Television, Mauro Donzelli segue i principali festival internazionali e si occupa principalmente di cinema, letteratura e serie televisive. Ha scritto per vari media, tra cui ComingSoon, Io Donna del Corriere della Sera, Il Messaggero e Ciak. Vive fra Roma e Parigi.

Nadia Ellis

Nata e cresciuta a Milano, Nadia Ellis si è trasferita in Israele 13 anni fa dopo aver vissuto sei anni a Parigi. Nel 2017 Nadia consegue il suo Dottorato di Ricerca in Retorica e Analisi del Discorso alla Tel Aviv University, dove tutt’oggi insegna. Nel 2014, apprende le condizioni dell’industria alimentare animale e decide di adottare uno stile di vita vegano. Con il desiderio di ricreare i sapori della tradizione italiana in chiave 100% vegetale, Nadia scopre una passione e un talento per la cucina che la portano nel giro di pochi anni a diventare una Chef rinomata in Israele, dove nel 2021 è anche andata in onda con “Nadia Ellis – The Vegan Italian Chef”, la prima serie televisiva del paese interamente centrata sulla cucina plant-based.

Emuna Elon

Emuna Elon è un’autrice israeliana. Nata a Gerusalemme (1955) da una famiglia di rabbini e studiosi, insegna ebraismo, chassidismo e letteratura ebraica dal 1979, è stata consigliere del primo ministro sulla condizione delle donne israeliane (1996-1997).
Ha pubblicato saggi e racconti, otto popolari libri per bambini e quattro romanzi acclamati dalla critica, oltre a collaborare come editorialista per il quotidiano di grande diffusione Yedioth Ahronot (1991-2012). Il suo primo romanzo, “If You Awaken Love” [Amazon Crossing], è stato finalista per l’American National Jewish Book Award 2007. Per il suo secondo romanzo, “Inscribe My Name” (2010), è stata insignita del Gold Book Prize dell’Associazione degli editori israeliani e per il suo terzo romanzo, “Beyond my Sight” (2012) – il Premio nazionale israeliano per autori e poeti. Dopo la pubblicazione del suo quarto romanzo, “House on Endless Waters” (2016), Emuna Elon ha vinto l’Israel Jewish Culture Award. “House on Endless Waters” è stato finalista per l’American National Jewish Book Award 2020 e da ora è stato tradotto in inglese, olandese, italiano, francese e tedesco.
Emuna Elon è stata sposata con il compianto rabbino Benny Elon (1954-2017) che è stato ministro del turismo israeliano e membro della Knesset. È madre di sei figli (uno dei suoi figli è Ori Elon. Creatore della serie TV “Shtisel”) e anche una nonna.

Francesco Paolo Figliuolo

Il Generale Francesco Paolo Figliuolo, originario di Potenza, ha maturato esperienze e ricoperto molteplici incarichi nella Forza Armata dell’Esercito, interforze e internazionale. Ha ricoperto l’incarico di Capo Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore della Difesa, dal 7 novembre 2018 è Comandante Logistico dell’Esercito. In ambito internazionale ha maturato esperienza come Comandante del Contingente nazionale in Afghanistan, nell’ambito dell’operazione ISAF e come Comandante delle Forze NATO in Kosovo (settembre 2014 – agosto 2015). Il Generale Figliuolo è stato insignito di numerose onorificenze. Tra le più significative la Decorazione di Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia, la Croce d’Oro ed una Croce d’Argento al Merito dell’Esercito e NATO Meritorious Service Medal. Il 1 marzo 2021 è stato nominato Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19 e per l’esecuzione della campagna vaccinale nazionale.

Marco Frittella

Giornalista italiano. Commentatore politico dal 1987, dopo essere stato caposervizio politico del GR2, nel 1993 è stato chiamato al TG1 dove è stato giornalista parlamentare, capo della redazione parlamentare e dal 2010 conduce l’edizione delle 13,30 del telegiornale. Scrive per diversi settimanali e quotidiani, è notista politico e professore di Giornalismo Politico Radiotelevisivo all’Università di Roma Tor Vergata nel corso di laurea magistrale in “Scienze dell’Informazione, della Comunicazione, dell’Editoria”. Dal 2020 conduce Unomattina.

Omri Givon

Nato in Israele nel 1977, vive e lavora a Tel Aviv. Laureato alla Charles A. Smith Arts School di Gerusalemme, dove ha diretto (e girato) diversi cortometraggi, alcuni dei quali acquisiti per la TV. Nel 2013 Givon ha scritto e diretto insieme a Rotem Shamir la serie “Hostages” per il canale 10 in Israele. Hostages è stata la prima serie israeliana ad essere trasmessa su Canal Plus in Francia e su Channel 4 in Inghilterra. La Warner Brothers, insieme a Jerry Bruckheimer, ha prodotto la versione americana di Hostages per la CBS. Hostages è stata anche la prima serie israeliana acquistata per Netflix. Omri Givon è il creatore di When Heroes Fly, basato sull’omonimo libro di Amir Gutfreund.

Fabrizio Iaccarino

Manager del settore delle relazioni istituzionali con un solido background legale a livello nazionale ed internazionale.
Laureato in giurisprudenza presso l’Università La Sapienza di Roma, ha conseguito un master di II livello in diritto e tecnica dei contratti pubblici presso l’Università LUMSA, oltre ad un diploma di specializzazione in diritto internazionale nucleare presso l’Università di Montpellier II.
Dopo circa 10 anni di attività da avvocato libero professionista e poi d’azienda in Sogin, anche come rappresentante nazionale in tavoli Ocse e Nazioni Unite, ha avuto una importante esperienza in qualità di responsabile per l’energia dell’ufficio legislativo del Ministero dello sviluppo economico.
Dopo una breve parentesi in Sace è in seguito entrato in Enel, dove in 12 anni ha assunto responsabilità crescenti, fino a diventare responsabile Sostenibilità e Affari Istituzionali per l’Italia. Coordina quindi i rapporti con le Associazioni e gli Stakeholders, quelli con il Territorio, gli Enti Locali e la Protezione Civile, quelli con Parlamento, Governo e Think tank, le attività dell’ufficio Legislativo, finanza agevolata e permitting, oltre alla promozione, sviluppo e rendicontazione di progetti di Sostenibilità.
E’ lecturer presso vari corsi e master in materia di diritto energetico e ambientale, Stakeholders engagement, lobbying ed advocacy.

Simonetta Iarlori

Simonetta Iarlori è Chief People, Organisation & Transformation Officer di Leonardo. Sua la responsabilità di Risorse Umane, Sviluppo Organizzativo e Processi di Trasformazione, Corporate Culture e Crisis Management. Dal 2017 ricopre anche la carica di Vice Presidente di Federmeccanica, con Delega alle Relazioni Istituzionali in Europa dal 2021. Laureata in Fisica Teorica, inizia la carriera come ricercatrice in IBM – R&D’s Laboratories e successivamente in Pirelli Lab. Nel 2001 entra in Value Partner Group per assistere le aziende nello sviluppo dell’innovazione tecnologica e nel miglioramento della competitività, del time-to-market e della produttività, ottimizzando la gestione e il più rapido trasferimento dei risultati della ricerca applicata nei laboratori verso il mercato. Dal 2008 al 2014 lavora presso il Gruppo UniCredit con responsabilità di monitoraggio e coordinamento di diversi programmi innovativi e, dal 2010, è responsabile del coordinamento delle operation di 14 banche dell’Europa Centro-Orientale. Dal 2014 al 2017 è Chief Operating Officer di Cassa Depositi e Prestiti S.p.A., responsabile di Risorse Umane, ICT e Sicurezza, Organizzazione, Logistica, Operazioni e Procurement. Mamma di Matilde, oggi architetto e residente a New York (USA), Simonetta è una viaggiatrice appassionata di Yoga, ama lo sport, l’arte, i libri e la cucina

Lia Levi

Lia Levi, di famiglia piemontese, vive a Roma, dove ha diretto per trent’anni il mensile ebraico Shalom. Con Edizioni E/O ha pubblicato: Una bambina e basta (Premio Elsa Morante Opera Prima), Quasi un’estate, L’Albergo della Magnolia (Premio Moravia), Tutti i giorni di tua vita, Il mondo è cominciato da un pezzo, L’amore mio non può, La sposa gentile (Premio Alghero Donna e Premio Via Po), La notte dell’oblio, Il braccialetto (Premio Rapallo) e Questa sera è già domani, vincitore del Premio Strega Giovani 2018. Nel 2012 le è stato conferito il Premio Pardès per la Letteratura Ebraica.

Massimo Lomonaco

Massimo Lomonaco, nato a Roma, è giornalista professionista dal 1985. E’ Laureato in Storia Moderna all’Università La Sapienza e ha conseguito il Master in Giornalismo all’Università Luiss, sempre a Roma. Ha svolto quasi tutta la sua attività professionale all’Agenzia di Stampa ANSA, passando attraverso le redazioni Affari Sociali, Interni, Cultura. Ha seguito per l’Agenzia l’Ebraismo italiano nelle sue varie sfaccettature: politica, associativa e culturale. Ha diretto un Corso di giornalismo per i giovani della Comunità ebraica romana ed è stato capo ufficio stampa delle Maccabiadi Europee che si sono svolte in Italia. Nel 2012 è passato alla sede ANSA di Tel Aviv, che ha come competenza Israele e i Territori Palestinesi, Gaza compresa. Da tre anni gli è stata affidata anche la copertura giornalistica della Giordania. Appassionato di storia di Israele, del Medio Oriente e di Lawrence d’Arabia ha scritto due libri editi da Mursia: ‘Nili’ e ‘La Caccia di Salomon Klein’.  

Germano Maifreda

Germano Maifreda insegna Storia economica all’Università degli Studi di Milano. Le sue ricerche sull’età moderna vertono principalmente sulla formazione del sapere economico, sulle minoranze religiose e sugli aspetti amministrativi e finanziari dei tribunali ecclesiastici. E’ presidente della Biblioteca ‘Raffaele Mattioli’ per la storia del pensiero economico di Milano.

Merav Maroody

Merav Maroody, è una fotografa nata e cresciuta in Israele, laureata in arte alla “Bezalel” Academy, vive a Berlino. Ha iniziato a fotografare quando aveva 14 anni. Dopo la laurea, ha lavorato per più di 10 anni come fotografa su set cinematografici ed è stata scelta dalla Sony come una delle 5 fotografe migliori dell’est Europa. Ha fondato la rivista “MsUse”- una rivista dedicata all’arte e alla sessualità. Da caporedattore della rivista, ha curato mostre a Tel Aviv, e organizzato eventi che hanno riunito scrittori accademici, poeti e artisti. Maroody, è la vincitrice di quest’anno del primo premio per la categoria mobile al festival di fotografia Kolga Tbilsi e del Bar Tur Photo Award sul tema Covid. Lo scorso anno Il suo lavoro è stato selezionato per il festival internazionale di Tel Aviv “Photography is real”. Vivendo in Germania, ed essendo quindi una immigrata, ha iniziato ad esplorare nel suo lavoro il concetto di sentirsi a casa in un posto strano. La macchina fotografia diventa un supporto al dialogo, un ponte che aiuta a superare l’incapacità di comunicare in un luogo estraneo. Le sue opere recenti sono incentrate sulle convenzioni sociali e sull’ansia.

Maurizio Molinari

Maurizio Molinari (Roma, 1964) dopo aver studiato all’università Ebraica di Gerusalemme ed al Manchester College di Oxford si è laureato in Scienze Politiche e Storia all’Università di Roma “La Sapienza”. Dal 1997 lavora per La Stampa, di cui è per oltre un decennio (2001-2014) corrispondente da New York, da Bruxelles e da Gerusalemme; rientra a Torino come direttore nel 2016. Ha scritto anche su testate come L’Indipendente, L’Opinione, Il Tempo, Il Foglio e Panorama; collabora con La7 (dove è stato ospite fisso di Otto e mezzo) RaiNews24, Sky TG 24 e Tg5. Ha pubblicato 19 saggi; tra i suoi titoli di maggior successo: “Jihad. Guerra all’Occidente”, Il Califfato del Terrore”, “L’Aquila e la farfalla”, “Governo Ombra”, “Gli italiani di New York”, “Il paese di Obama”, “Cowboy Democratici”, “Gli ebrei di New York”, “Il ritorno delle tribù. La sfida dei nuovi clan all’ordine mondiale”, “Duello nel Ghetto. La sfida di un ebreo contro le bande nazifasciste nella Roma occupata”, “L’Italia vista dalla CIA (1948-2004)”, “George W. Bush e la missione americana”, “No Global? Cosa dicono veramente i movimenti di protesta”, “La Libertà e i suoi nemici. Intervista con Michael Walzer”, “Wall Street nel Terzo Millennio”.
Dal 23 aprile 2020 è direttore del quotidiano La Repubblica.

Raffaele Morelli

Raffaele Morelli (Milano, 1948) si occupa dal 1979 della direzione dell’Istituto Riza, da lui stesso fondato. L’attività principale dell’Istituto riguarda la ricerca e la formazione nell’ambito della medicina psicosomatica e naturale, principali aree di interesse lavorativo di Morelli. Il suo lavoro è particolarmente volto allo studio dei comportamenti alimentari, diete psicosomatiche, il pronto soccorso naturale, l’alchimia e la sparigia, la kiniesologia, la riflessologia plantare, la lettura di carattere psicosomatico del corpo e i rimedi naturali per la diminuzione dei livelli di stress.
Alle varie attività dell’Istituto è legata anche la pubblicazione di una rivista, “Riza psicosomatica”, di cui lo stesso Morelli è direttore. La rivista, così come la sua attività di medico, sono ispirate alle finalità con cui è nato l’istituto stesso e che corrispondono a quanto espresso nel suo motto: “studiare l’uomo come espressione della simultaneità psicofisica riconducendo a questa concezione l’interpretazione della malattia, della sua diagnosi e della sua cura“.
Grazie alla sua attività, l’Istituto Riza è stato riconosciuto dal Ministero dell’Università e della Ricerca nel 1994, e organizza corsi di formazione per psicologi e medici.

Francesca Nocerino

Francesca Nocerino è giornalista professionista, e vicedirettore del Tg2. Laureata in sociologia, lavora in Rai dal 1982. Ha scritto di costume, cinema, società e spettacolo. Si è interessata ed ha scritto sui temi della comunicazione e delle pari opportunità. Ha lavorato per i mensili “Moda” e “King”. È al Tg2 dal 1995, dove si è occupata di cronaca, politica e cultura in qualità di responsabile del settore cinema.

Mario Piazza

Mario Piazza è nato a Montreal, Canada. Ha studiato in Italia danza classica e negli USA danza moderna. Come coreografo ha lavorato in molti teatri in Italia, Francia, Repubblica Ceca, Serbia, Canada; Venezuela e USA lavorando anche in molti spettacoli al teatro dell’opera di Roma, al San Carlo a Napoli, al Regio di Torino al teatro Massimo di Palermo, allo Sferisterio di Macerata , al Teatro Comunale di Firenze al Teatr Wielki-Opera Narodowa a Varsavia, al Sofia National Opera, allo Stara Zagora State Opera, al Manhattan Music and Art Center a New York, allo Schlosser Theater a Vienna, coreografo per la compagnia di balletto di Roma, per quella francese e per la fondazione arena di Verona. I critici definiscono il suo lavoro come una combinazione di opposti e scoprono nei suoi spettacoli “un’amara dolcezza nei mezzi espressivi creata armonizzando l’aggressività con la morbidezza”. Per il suo spettacolo “Ghetto” con musica Klezmer rielaborata da Goran Bregovic ha ricevuto il premio attribuito alle Performing Srts dalla European Jewish Association di Londra. Nel 2019 Mario Piazza è stato insignito del prestigioso titolo di “Cavaliere della Repubblica Italiana” conferitogli personalmente dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Raiz - Gennaro Della Volpe

Gennaro Della Volpe nasce a Napoli nel 1967. Cresce in provincia di Milano, dove si era trasferita la sua famiglia, e fa ritorno a Napoli da adolescente. Con lo pseudonimo di Raiz è la voce inconfondibile degli Almamegretta, band che raccoglie grandi consensi negli anni Novanta con album quali Sanacore (ripubblicato con grande successo nel 2020) e Lingo. Realizza diversi album da solista e collabora con artisti come Pino Daniele, Stewart Copeland, Massive Attack, Bill Laswell. Appare come attore al cinema e in serie tv.

Raffaella Sadun

Dopo la laurea in Economia Politica alla Sapienza di Roma, un Master in Economia presso l’Università Pompeu Fabra di Barcellona e un dottorato in Economia presso la London School of Economics ha svolto importanti ruoli professionali nell’ambito dell’economia politica. Attualmente si occupa di gestione d’impresa, del ruolo della tecnologia e della struttura organizzativa sulla produttività a livello aziendale ed è docente di Business Administration in the Strategy Unit alla Harvard Business School; tra le altre cose, essendo un’accademica ha all’attivo numerose pubblicazioni come: Americans Do I.T. Better: US Multinationals and the Productivity Miracle, ICT and Productivity e Do Entry Regulations Help Independent Retailers: Evidence from English Local Authorities.

Dani Schaumann

Dani Schaumann, ex milanese, lavora da dieci anni in Israele per una importante banca italiana, occupandosi di corporate banking e di progetti di trasferimento tecnologico tra Israele e Italia nei vari settori di eccellenza dell’high-tech israeliano. L’esperienza professionale di Dani è maturata non solo in Italia ma anche nei mercati emergenti come responsabile di progetti di sviluppo e come membro di consigli di amministrazione di società nel mondo della finanza in India, Cina, Russia, Turchia e Israele. Daniel è anche Vicepresidente della Camera di Commercio Italia-Israele.

Tiziana Tosca Donati

Tosca è cantante, attrice, eclettica artista con un’innata propensione alla ricerca e alla sperimentazione. Da questa sua poliedricità nascono numerosi progetti speciali tra cui Romana – Omaggio a Gabriella Ferri e Sto Core Mio – Notturno napoletano per Roberto Murolo, spettacoli come La strada di Fellini e Il borghese gentiluomo di Moliere, nonché incursioni nel teatro sociale con I monologhi della vagina, Italiane e Donne come noi. Dal 2015 è coordinatore e direttore della sezione canzone dell’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini. Ha collaborato con grandi artisti italiani e internazionali: Ivano Fossati, Nicola Piovani, Ennio Morricone, Chico Buarque e Ron con cui vince il Festival di Sanremo nel ‘96. Vince la Targa Tenco nel 1997 come migliore interprete con l’album Incontri e passaggi, nel 2019 per il migliore album Viaggio in Italia con il collettivo Adoriza e a giugno 2020 con due Targhe per la miglior canzone singola con Ho amato tutto e come miglior interprete di canzoni per l’album Morabeza. Nel 2019 interpreta la canzone di Nicola Piovani L’invenzione di un poeta, nominato ai David di Donatello. Nel 2020 partecipa al 70° Festival di Sanremo con il brano Ho amato tutto, con il quale vince il premio Bigazzi per la migliore composizione. Ha al suo attivo nove dischi in studio e sei live. Morabeza è l’ultimo disco in studio che conclude un lungo viaggio attraverso i paesi del mondo ed esce accompagnato da ll suono della voce, road movie presentato alla Festa del Cinema di Roma 2019, per cui riceve il premio Protagonista dell’anno ai Nastri d’Argento Doc 2020. A febbraio 2021 ha pubblicato la raccolta D’Altro Canto, contenete le cover eseguite durante l’omonima trasmissione condotta a ottobre 2020 su Rai Radio3 con Giorgio Capozzo.

Fabrizio Zappi

Inizia a lavorare per RAI Fiction nel 1988. In qualità di programmista-regista interno alla struttura di produzione di fiction si occupa di analizzare e selezionare progetti con particolare riferimento alla loro rispondenza e compatibilità con le caratteristiche di fiction internazionale. Sui progetti selezionati svolge il compito di story-editor e programmista/regista. A maggio 2016 diventa Capostruttura, responsabile della struttura di Rai Fiction per le Miniserie, i Tv movies e le Docufiction svolgendo mansioni di responsabile editoriale. Negli stessi anni collabora con Fandango Produzioni Cinematografiche affiancando il produttore nelle attività di preparazione e controllo delle fasi di produzione e post-produzione contribuendo attivamente all’esordio alla regia di Gabriele Muccino e Luciano Ligabue. Intensa, negli anni, la sua attività di docente. Dal 2013 ad oggi partecipa a numerosi incontri all’Università La Sapienza di Roma, nell’ambito del Master di primo livello MASPA (Master in Scrittura e Produzione Audiovisiva).